Comunicare la Scienza e l’Arte

La collana di testi Comunicare la Scienza e l’Arte intende promuovere e diffondere le conoscenze scientifiche nelle loro più elevate espressioni nel quadro dell’universalità della cultura, avvicinando i giovani al linguaggio scientifico e favorendo lo sviluppo di una coscienza critica che miri all’oggettività della conoscenza.

Dialogando con le scienze fisiche e naturali, la collana si fa interprete di una visione unitaria e non riduttiva del sapere e punta a una rielaborazione complessiva della documentalità in quanto struttura portante della cultura.

Oggi disponiamo di una quantità di informazioni impressionante, che ha una crescita esponenziale e la ricerca su masse di dati è la quarta colonna della scienza, dopo i dati, le ipotesi e gli stessi ricercatori. Ma i dati non trattati non solo non hanno valore, diventano dannosi. Occorre la capacità di interpretare le informazioni, di qui l’importanza dei settori scienze umane e sociali, patrimonio culturale e delle Data Humanities come parte di un’emergente Data Science.

Ed essendo il motivo principale – nonché veicolo fondamentale – della disponibilità di questa enorme quantità di dati l’avvento della digitalizzazione, questa collana sarà composta da soli testi elettronici, anche al fine di sperimentare in proprio l’importantissima evoluzione delle forme comunicative che le tecnologie digitali stanno rendendo possibile.

Importante è comunicare, ma comunicare con garanzia di accuratezza.

Charles Darwin. Un uomo che ha cambiato idea

Aldo Di Russo

libro-darwin

Il pensiero di Darwin, il metodo, l'indipendenza intellettuale: un racconto del travaglio da cui nascono le nuove idee a partire da convinzione profonde scardinate dalle evidenze dei dati.
2012

download-ibook

E-catalogue of the 2013 Digital Heritage International Congress Expo

di Sofia Pescarin, Arthur Clay, Livio De Luca

digithrr

Il libro raccoglie i contributi di Digital Heritage Expo (Marsiglia 28 ottobre-1 novembre 2013), una delle più importanti mostre sul Digital Heritage organizzata da CNRS-MAP e CNR-ITABC, in collaborazione con Archeovirtual (Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico) e ETH's Digital Art Weeks. Sei le categorie: Immersive Environments, Digital Heritage@Work, Virtual Museums, Edutainment, Art and Creativity, Multivision. Selezionate da un comitato ad hoc composto da esperti di Arte , Beni Culturali e di Tecnologie di Informazione e Comunicazione, le migliori installazioni sono state proposte non solo alle centinaia di partecipanti al congresso, ma anche alle migliaia di visitatori che la nuova area museale attrae con le sue mostre.

download-ibook

Pubblicazioni gratuite CNRcnredizioni_link