ERA-NET “HERA” JRP UP – Avviso integrativo nazionale

Frequently asked questions

Ultimo aggiornamento 10 marzo 2015


F.A.Q. 1

Art. 3, comma 1
– Quali sono i soggetti ammissibili?
L’Università e le sue articolazioni (dipartimenti, facoltà …);
Enti di ricerca pubblici e le loro articolazioni (dipartimenti, istituti…) e organismi di ricerca pubblici o privati (come definito dalla disciplina comunitaria citata);
Istituti e uffici, centrali o periferici del MiBACT.


F.A.Q. 2

Art. 3, comma 3
– In che forma possono essere presentate le domande?
Le domande possono essere presentate singolarmente da un unico soggetto ammissibile (comma 1: università, enti di ricerca pubblici, organismi di ricerca, istituti o uffici del MIBACT …), oppure in forma congiunta da più soggetti ammissibili con natura giuridica diversa (es. università e organismo di ricerca). Nel caso di presentazione congiunta non è necessario una ATS o una ATI. Come riportato nell’Avviso, ciascuno dei partecipanti alla partecipazione congiunta dovrà presentare il proprio set di documentazione integrativa nazionale.


F.A.Q. 3

Art. 3, comma 4
– Chi deve possedere i requisiti di ammissibilità?
Nel caso di presentazione in forma singola, tutti i requisiti di ammissibilità richiesti devono essere posseduti dalla singola istituzione, alla quale afferisce il PI.
Nel caso di presentazione in forma congiunta, i requisiti di ammissibilità richiesti devono essere posseduti dal raggruppamento nel suo insieme (non necessariamente in capo ad un singolo soggetto).


F.A.Q. 4

Art. 3, comma 4, punto a.
– Come deve essere intesa la definizione: “attività di ricerca, formazione, diffusione dei risultati della ricerca o trasferimento di conoscenze sui temi oggetto del bando”?
Per soddisfare tale condizione, è sufficiente che l’attività di ricerca sia “coerente” con i temi del bando.
Deve essere stata svolta dalla istituzione alla quale afferisce il PI o PL (es. università, CNR, etc.).


F.A.Q. 5

– Quali sono le tipologie di progetti realizzati nell’ultimo quinquennio che si possono considerare valutabili? Come deve essere intesa la definizione: “dimensione internazionale”?
Ogni tipologia di progetto di ricerca, formazione, diffusione dei risultati e trasferimento delle conoscenze è considerata valutabile per la capacità gestionale del soggetto ammissibile. La valutazione della dimensione internazionale è legata alla presenza di partner europei e/o internazionali.


F.A.Q. 6

– I progetti certificati per il possesso dei requisiti di cui all’Art. 3, comma 4, punto a devono essere terminati al momento della chiusura del bando?
Sì. Devono essere progetti conclusi.


F.A.Q. 7

Art. 3, comma 4, punto b.
– Come deve essere intesa la definizione: “procedure di controllo della qualità della ricerca …”
Ad es. le valutazioni ANVUR, VQR o equivalenti.


F.A.Q. 8

Art. 6, comma 1
 – Quale sarà la percentuale di finanziamento?
Il finanziamento per i soggetti vincitori italiani sarà pari al 70% dei costi eleggibili.


F.A.Q. 9

Art. 7, comma 1
“Modalità e termini di presentazione domande”
Come deve essere identificato il “legale rappresentante” che firma i documenti necessari per l’espletamento delle procedure nazionali?
L’individuazione del legale rappresentante rientra nella responsabilità dell’ente che presenta la domanda. Qualora non fosse il legale rappresentante effettivo (es. il Rettore nel caso di un’università o il Presidente nel caso del CNR) deve essere un soggetto che abbia il potere di firma per rappresentare la propria amministrazione verso l’esterno per progetti internazionali (risultante da procura speciale o da statuto).


F.A.Q. 10

– Costi ammissibili in relazione alla voce “Personale” e soggetti da coinvolgere nei progetti (Tabella riepilogativa in calce all’Avviso integrativo nazionale).
“Spese per il personale relative a professori universitari, ricercatori, tecnologi, tecnici, ed altro personale ausiliario adibito all’attività di ricerca, che risulti, in rapporto col soggetto beneficiario dei contributi, dipendente a tempo indeterminato o determinato o lavoratore parasubordinato, o titolare di borsa di dottorato, o di assegno di ricerca, o di borsa di studio che preveda attività di formazione attraverso la partecipazione al progetto. Le spese di personale devono essere calcolate tenendo conto del limite massimo dell’impegno temporale relativo all’attività di ricerca, come convenzionalmente stabilito dalle normative vigenti in materia”.
Questi soggetti possono essere al momento della presentazione del progetto già incardinati nell’istituzione proponente in uno dei ruoli elencati oppure essere soggetti che potenzialmente potranno essere coinvolti in caso di approvazione del progetto.
Con l’importo finanziato l’istituzione potrà assumere nuovi soggetti o finanziare nuove borse (ad esempio, di dottorato). I dottorandi senza borsa e i docenti a contratto possono prendere parte al progetto solo se tale possibilità è consentita dai rispettivi contratti.


F.A.Q. 11

– Dichiarazione del soggetto proponente (Allegato 1 all’Avviso integrativo nazionale)


c) di possedere i requisiti di cui all’art. 3 comma 4 lettera a) dell’Avviso Integrativo Nazionale dell’ERA-NET HERA JRP UP, in quanto ha realizzato nell’ultimo quinquennio progetti/collaborazioni sui temi oggetto del bando per un costo totale di (inserire il costo totale dei progetti/collaborazione)
Si intende il totale dei costi e quello delle quote parte di partecipazione di cui sotto. Ciascuno dichiara per la propria parte.

Finanziamento ricevuto
Si intende la quota di finanziamento ricevuto dal soggetto proponente. Ciascuno dichiara per la propria parte.


F.A.Q. 12
– Differenze nella compilazione del budget nella documentazione del Bando europeo e nella documentazione dell’Avviso integrativo nazionale
Al fine di compilare correttamente la tabella dei costi nazionali e la tabella di budget del format europeo si suggerisce di redigere preliminarmente la tabella dei costi nazionali, utilizzando le indicazioni contenute nella nota allegata alla tabella dei costi, e successivamente ricondurre gli importi delle singole voci di costo al budget del format nazionale, tenendo presente che:
– Le missioni nazionali (Travel) sostenute nell’ambito del progetto sono comprese nelle “Spese Generali” ;
– Le missioni all’estero (Travel) sostenute nell’ambito del progetto sono da indicare alla voce “Altri costi…”;
– I costi riguardanti la presenza a conferenze e congressi in Italia – iscrizione, documentazione – e viaggi, vitto e alloggio in Italia (meeting costs) sono da considerarsi tra le “Spese generali”; per le conferenze e i congressi all’estero (meeting costs), iscrizione e documentazione rientrano tra le “Spese generali”, mentre viaggi, vitto e alloggio vanno indicate in “Altri costi…”.
– I costi di coordinamento del progetto trans-nazionale possono essere indicati solo nel caso di Project Leader.