ITLAB-Information Technology LABoratory. Un approccio multidisciplinare per la fruizione dei beni culturali

Con l’attivazione dell’ITLab-Information Technologies Laboratory, l’IBAM-Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali si rivolge ai settori della conoscenza, valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale attraverso l’uso delle tecnologie informatiche, seguendo prioritarie linee di attività che possono così riassumersi:
1. Sviluppo di piattaforme on-line e off-line per la fruizione a distanza dei beni culturali (Virtual Museums and Augmented Reality);
2. Studio ricostruttivo dei contesti antichi;
3. Rilievo e rappresentazione del costruito attraverso i metodi diretti e indiretti (Image-Based modelling, Digital Photogrammetry, Laser scanning);
4. Comunicazione scientifica.
Le esperienze maturate nell’ambito di queste attività hanno permesso lo sviluppo di piattaforme per la fruizione a distanza dei beni culturali, la definizione di metodologie low-cost per il rilievo e la documentazione dei beni mobili e immobili, ma soprattutto la messa a punto di una pipeline produttiva per applicazioni divulgative (Cultural Heritage Communication) in cui sia prioritario l’uso della realtà virtuale come strumento di rara potenza per lo studio e la rappresentazione dei contesti antichi e moderni.

IBAM-Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali, www.ibam.cnr.it

Responsabile scientifico:
Francesco Gabellone, f.gabellone@ibam.cnr.it

Collaboratori:
Ivan Ferrari, Francesco Giuri, Valerio Amedei (IBAM-CNR)

Sito web:
http://www.itlab.ibam.cnr.it/